L’Oktoberfest di Monaco, la festa numero uno di birra al mondo

“Quanto manca all’Oktoberfest di Monaco?”: questa la domanda che i veri intenditori di birra si chiedono continuamente, anche se magari è solo passata una settimana dalla fine dell’edizione precedente.

Il segreto, oltre all’ottima riuscita dell’evento, è anche e soprattutto dei birrifici che ne prendono parte.

Oktoberfest di Monaco: le birre più bevute

Le birre più bevute ogni anno sono la Hacker-Pschorr, la Löwenbräu, l’Augustiner e la Hofbräu.

Oktoberfest di Monaco: le birrerie più conosciute

Brand, questi, che fanno tendenza anche all’Oktoberfest di Monaco, ma bisogna pur sempre ricordare le produzioni tedesche dal gusto luppolo.

Primo fra tutti il birrificio Göller, fondato nel 1514 da Franz-Josef Göller a Zeil am Main, e che ancora oggi resta a conduzione familiare. Da sempre attento all’ambiente, nel 2009 ha fatto adeguare gli impianti di produzione, garantendosi quindi l’altissimo standard qualitativo. Non per altro è stato premiato come birrificio più all’avanguardia della Baviera.

Tra le sue birre troviamo la Göller Steinhauer Weisse, tipica birra tedesca dal colore dorato con grado alcolico di 5.4 %. È caratterizzata dal colore giallo scuro e da una schiuma pannosa abbondante e persistente. L’odore non è da meno, infatti ai nasi più esperti sprigiona sensazioni fruttate di banana, panna cotta, zucchero candito e coriandolo. Il gusto di cereale maltato porta in bocca una componente biscottata che evidenzia un finale speziato e leggermente acidulo.

Oktoberfest-Tendoni

In alternativa, si può, o meglio si deve scegliere di andare alla Hofbräuhaus, la celebre birreria per cui la città di Monaco è famosa. Come suggerisce il nome completo, Staatliches Hofbräuhaus in München, cioè Birrificio Nazionale della Corte in Monaco la proprietà del locale e della fabbrica annessa erano prima parte del Regno, mentre oggi sono di proprietà del governo bavarese.

Annessa alla Hofbräuhaus c’è anche la Hofbräu-Festzelt, il secondo centro più grande dell’Oktoberfest. La sua storia, antica, risale al 1589, quando Guglielmo V, pur di non dover acquistare la birra per il suo esercito, fece costruire questo birrificio fuori dal Regno. Nel 1828, sotto Luigi I di Baviera, il luogo venne finalmente aperto al pubblico, ma è venne quasi completamente distrutto durante i bombardamenti da parte dell’aviazione inglese il 25 aprile del 1944. Il regalo per l’ottocentesimo anniversario della città fu la riapertura al pubblico della struttura nel 1958.

Oktoberfest-Panorama

Oktoberfest di Monaco, musica a tutto rock

Oltre alle birre, l’altro elemento importante che caratterizza l’Oktoberfest è la musica, sempre rigorosamente dal vivo, che viene suonata non solo durante l’inaugurazione, ma anche durante tutto l’evento. In ogni capannone, mentre si mangia, ci si imbatte in gruppi musicali vestiti con gli abiti bavaresi che si esibiscono a volte anche in chiave rock.

Divertimento, ottimo sound, pubblico pronto ad acclamare e a intonare i brani più conosciuti, per poi applaudire soddisfatto: elementi, questi, che si ritrovano nel Rocktoberfest, l’evento italiano che si tiene ogni anno a Vizzolo e che coniuga la festa della birra e il rock puro.

x

Informativa sui cookie

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.